Il Club

“Ha come scopo il miglioramento genetico delle popolazioni, lo studio, la valorizzazione, l’incremento e l’utilizzo delle razze levriere nelle sue varietà, nonché le razze di tipo primitivo ammesse alle prove di lavoro per levrieri " (art. 2 dello statuto).

I levrieri fanno parte del decimo gruppo riconosciuto dalla FCI (Fédération Ciyologique Internationale), sono stati originariamente selezionati per la caccia a vista e si distinguono dalle altre razze canine per la loro velocità ed accelerazione. Questa prerogativa li ha del resto resi famosi anche con l'appellativo di "figli del vento". I levrieri, infatti, sono i cani da caccia più veloci del mondo, pronti a piombare sulla preda che appare alla loro vista entro distanze non troppo lunghe.
La loro struttura corporea è leggera ed agile. Non sono perciò dotati di particolare resistenza fisica (per cui non amano la caccia ad inseguimento della preda fiutando il terreno), ma sfruttano la loro eccezionale accelerazione partendo da fermi per bloccare rapidamente entro qualche centinaio di metri l'animale avvistato. Originarie prevalentemente dei paesi asiatici, le specie che fanno parte del decimo raggruppamento sono state successivamente selezionate dall'uomo.
L'FCI riconosce 13 razze, di seguito riportate.
Levrieri a pelo lungo o frangiato:
- Borzoi
- Levriero Afgano
- Saluki
Levrieri a pelo duro:
- Deerhound
- Irish Wolfhound
Levrieri a pelo raso:
- Azawakh
- Galgo Espanol
- Greyhound
- Chart Polski
- Magyar Agar
- Piccolo Levriero Italiano
- Sloughi
- Whippet
Il Club del Levriero promuove e tutela quindi 11 di queste razze, giacché Levriero Afgano e Piccolo Levriero Italiano sono razze tutelate da un proprio club, rispettivamente AIALA e CPLI.
Un gruppo di 4 razze, classificate nel quinto raggruppamento dalla nomenclatura F.C.I. sono considerate affini a quelle levriere, tanto che possono partecipare a prove di lavoro per levrieri, quali le corse ed il coursing.
Razze di tipo primitivo:
- Cirneco dell'Etna
- Podenco Canario
- Podenco Ibicenco
- Pharaoh Hound
La prima di queste, essendo fra l'altro razza nativa, è tutelata da un proprio club, la Società Amatori Cirneco dell’Etna.
Per le altre la competenza è stata assegnata al Club del Levriero.
Fra le razze di cui sin interessa il Club, quella più rappresentata in Italia è sicuramente quella del Whippet, seguita dal Borzoi, dal Saluki, dall'irish Wolfhound, dal Greyhound e poi, in numero minore, dalle altre levriere.
Il numero degli iscritti al libro genealogico fra i Podenchi ed i Pharaoh Hound sono veramente esigui.
Purtroppo molti italiani non conoscono ancora i levrieri.
Su un totale di circa 170 mila cuccioli nati ogni anno nel nostro paese, infatti, soltanto circa 1200 appartengono al decimo gruppo. Le razze di levrieri sono tuttavia destinate ad suscitare un maggior interesse, man mano che si diffonde la conoscenza delle loro qualità di cani sportivi, adatti alle gare di coursing e racing, ma anche di amanti dell'ambiente familiare.
Ciò è confermato dal fatto che nel decennio 2007-2016 il numero di iscrizioni al libro genealogico sono cresciute di quasi il 50%.


Il Club
Associarsi al Club del Levriero offre molte opportunità:

- sconto sul biglietto d'entrata e sulla quota d'iscrizione alle Manifestazioni svolte sotto l'egida dell'ENCI; 
- benefici assicurativi per Infortuni e Responsabilità Civile verso terzi H24;
- abbonamento gratuito al mensile "I NOSTRI CANI" (L'ENCI garantisce la spedizione del mensile a chi si associa entro il 31 marzo di ogni anno);
- abbonamento gratuito al periodico informativo del club "Levrieri";
- aggiornamento sulle manifestazioni organizzate direttamente dal Club, informazioni sulle razze tutelate;
- partecipare con il proprio Levriero all'assegnazione del titolo di campionato sociale.