Azawakh

FCI Standard N° 307 / 03.06.1998

ORIGINE:
Mali

PATRONATO:
Francia

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE:
22.08.1994

UTILIZZAZIONE:
Caccia a vista. I nomadi lo consideravano sia come cane da esibire che come cane da compagnia.

CLASSIFICAZIONE F.C.I.:
Gruppo 10 Levrieri
Sezione 3 Levrieri a pelo corto
Senza prova di lavoro

BREVE CENNO STORICO:
è un levriero africano di tipo afro-asiatico che apparve in Europa verso il 1970 e proviene dal medio bacino nigeriano, fra l’altro dalla valle dell’Azawakh. Per centinaia di anni è stato il compagno de nomadi del Sud del Sahara

ASPETTO GENERALE:
Particolarmente alto sugli arti ed elegante, l’Azawakh dà l’impressione generale di grande finezza. La sua struttura ossea e muscolatura traspaiono attraverso la pelle fine e tesa. Questo levriero si presenta come un cane di gran distinzione, il cui corpo sta in un rettangolo che ha i lati più lunghi in posizione verticale.

PROPORZIONI IMPORTANTI:

● Lunghezza del corpo/altezza al garrese = 9 : 10. Questa proporzione può essere leggermente superiore nelle femmine.
● Profondità del petto/altezza al garrese = circa 4 : 10
● Lunghezza del muso/ lunghezza della testa = 1 : 2
● Larghezza del cranio/lunghezza della testa = 4 : 10

COMPORTAMENTO – CARATTERE:
Svelto, attento, distaccato, riservato con gli estranei, e può essere veramente inavvicinabile, può però essere gentile e affettuoso con quelli che vuole accettare.

TESTA:
lunga, fine, secca e cesellata, abbastanza stretta (senza esagerazione)

REGIONE DEL CRANIO:
Cranio è quasi piatto, piuttosto allungato. L’ampiezza del cranio deve definitivamente essere inferiore alla metà della lunghezza della testa. Le direzioni degli assi del cranio e del muso sono spesso leggermente divergenti. Le arcate sopracciliari e sutura metopica sono marcate leggermente. D’altra parte, la cresta occipitale è nettamente sporgente e occipite marcato
Stop pochissimo pronunciato

REGIONE DEL MUSO:
Tartufo narici ben aperte. Il tartufo è nero o marrone
Muso lungo, rettilineo, affinato verso l’avanti, ma senza esagerazione
Mascelle/Denti mascelle lunghe e forti. Chiusura a forbice
Guance piatte
Occhi a mandorla, abbastanza grandi. Il loro colore è scuro o ambra. Palpebre
pigmentate
Orecchi attaccati abbastanza alti. Sono fini, sempre ricadenti e piatti, abbastanza larghi alla base, aderenti al cranio, mai “ a rosa “. La loro forma è quella di un triangolo dalla punta leggermente arrotondata. La loro base si rialza quando il cane è attento.

COLLO:
Collo che esce bene, fine e muscoloso, un po’ arcuato. La pelle è sottile, e non forma giogaia.

CORPO:
quasi diritta, orizzontale o che si rialza leggermente in direzione delle Linea dorsale
anche.
Garrese ben sporgente
Rene corto, asciutto e spesso leggermente arcuato.
Ossa iliache nettamente sporgenti e sistemate alla stessa altezza del garrese o un po’ più in alto.
Groppa obliqua senza avere una pendenza accentuata.
Petto non troppo largo
Torace ben sviluppato in lunghezza, profondo ma senza raggiungere i gomiti. Non è molto ampio ma deve avere spazio sufficiente per il cuore, per cui la regione sternale del torace non deve restringersi bruscamente.
Costole lunghe, visibili, leggermente e regolarmente curvate giù fino allo sterno.
Linea inferiore l’arco dello sterno è accentuato e si raccorda al ventre senza brusche deviazioni. Il ventre rimonta molto in alto sotto l’arco lombare.

CODA:
inserita bassa, sottile, asciutta e affusolata. È ricoperta dello stesso tipo di pelo del corpo e ha una “spazzola” bianca all’estremità. È portata
pendente con la punta leggermente rialzata, ma quando il cane è eccitato, può essere portata sopra l’orizzontale.

ARTI:

ANTERIORI
In generale lunghi, fini, quasi interamente verticali; arti perfettamente in appiombo
Spalle lunghe, asciutte e muscolose e solo leggermente oblique se viste di profilo. L’angolo scapolo omerale è molto aperto (circa 130°)
Piedi anter. di forma rotonda, con dita fini e strettamente chiuse; i cuscinetti sono pigmentati

POSTERIORI
In generale lunghi e asciutti; arti perfettamente verticali
Cosce lunghe con muscoli prominenti e asciutti. L’angolo coxo- femorale è molto aperto (circa 130°)
Ginocchio l’angolo femoro-tibiale è molto aperto (circa 145°)
Garretto diritto e asciutto, come il metatarso, senza speroni.
Piedi poster. rotondi. I cuscinetti sono pigmentati

MOVIMENTO:
Sempre molto elastico e con azione particolarmente rialzata al trotto e al passo. Il galoppo è a grandi slanci. L’Azawakh à una grande impressione di leggerezza ed elasticità. Il movimento è una caratteristica essenziale della razza

PELLE:
fine, aderente su tutto il corpo

MANTELLO:

PELO
raso, fine, ridotto quasi a scomparire sul ventre

COLORE
fulvo con pezzature limitate alle estremità. Tutte le sfumature sono ammesse, dal sabbia chiaro fino al fulvo scuro. La testa può avere o no
una maschera nera, e la striscia bianca è molto inconsistente. Il mantello comporta una pettorina bianca (al petto) e una pennellata di bianco sulla
punta della coda. Ognuno dei quattro arti porta obbligatoriamente una balzana, almeno sotto forma di traccia sul piede. Sono ammesse le
tigrature nere.

TAGLIA E PESO:
Altezza al garrese : Maschi. da 64 a 74 cm
Femmine da 60 a 70 cm
Peso Maschi. 20 – 25 kg circa
Femmine 15 – 20 kg circa

DIFETTI:
qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerata difetto e la severità con cui questo verrà penalizzato deve essere proporzionata alla sua gravità.

● Aspetto generale pesante
● Cranio troppo largo
● Stop accentuato
● Tronco troppo lungo
● Anca nettamente più bassa del garrese
● Depigmentazione importante del tartufo

DIFETTI ELIMINATORI:

● Mancanza di tipo (Soprattutto quando indica un incrocio con altre razze)-
● Forte deformazione anatomica non accidentale
● Anomalia invalidante non acquisita
● Qualsiasi vizio redibitorio riscontrato
● Prognatismo - enognatismo
● Occhio chiaro; per esempio “da rapace” –
● Costole che s’incurvano in fondo al torace in modo tale che il torace prende l’aspetto di una “cassa da violino”
● Mantello non conforme allo standard
● Pelo duro o semilungo
● Assenza di bianco all’estremità di uno o più arti
● Taglia che si discosta di più di 3 cm. dallo standard
● Carattere timido, estremamente pauroso o aggressivo al punto di attaccare.

N.B. I maschi devono avere due testicoli apparentemente normali completamente discesi nello scroto.
Il Club
Associarsi al Club del Levriero offre molte opportunità:

- sconto sul biglietto d'entrata e sulla quota d'iscrizione alle Manifestazioni svolte sotto l'egida dell'ENCI; 
- benefici assicurativi per Infortuni e Responsabilità Civile verso terzi H24;
- abbonamento gratuito al mensile "I NOSTRI CANI" (L'ENCI garantisce la spedizione del mensile a chi si associa entro il 31 marzo di ogni anno);
- abbonamento gratuito al periodico informativo del club "Levrieri";
- aggiornamento sulle manifestazioni organizzate direttamente dal Club, informazioni sulle razze tutelate;
- partecipare con il proprio Levriero all'assegnazione del titolo di campionato sociale.